Studio Malandrino Alfredo

EMERGENZA COVID-19: CONTRIBUTI DELLA REGIONE VENETO ALLE IMPRESE PIU’ DANNEGGIATE

EMERGENZA COVID-19: CONTRIBUTI DELLA REGIONE VENETO ALLE IMPRESE PIU’ DANNEGGIATE

DGR 958 del 14/7/2020 - "Interventi regionali per la riduzione del costo del lavoro"

Si comunica che la Regione Veneto, con la DGR 958 ha approvato il provvedimento “Interventi regionali per la riduzione del costo del lavoro”.

Il provvedimento si propone l’obiettivo di proteggere l’occupazione di alcuni settori, individuati a partire da un elenco di codici ATECO elaborato da Veneto Lavoro, evitando i licenziamenti e contrastando l’aumento di persone che potrebbero trovarsi in stato di disoccupazione.

A tal fine è previsto un contributo ai datori di lavoro – imprese e lavoratori autonomi – a copertura parziale, da un minimo del 50% ad un massimo dell’80%, della retribuzione mensile lorda del personale (compresi i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro), contributo erogato a favore delle imprese con un organico compreso tra 1 e 49 dipendenti.

L’entità massima del contributo varia a seconda della forza lavoro dell’impresa:

Da 1 a 5 dipendenti: 15.000 euro

Da 6 a 9 dipendenti: 25.000 euro

Da 10 a 25 dipendenti 35.000 euro

Da 26 a 49 dipendenti 50.000 euro

Il numero massimo delle mensilità sovvenzionabili è compreso tra un minimo di tre mesi ed un massimo di sei mesi.

Sono sovvenzionabili i costi connessi a personale assunto a tempo indeterminato, apprendistato o tempo determinato.

Saranno ammesse a presentare la domanda di sovvenzione le imprese con i seguenti codici ATECO:

18.20.0 Riproduzione supporti registrati

47.61.0 Commercio al dettaglio di libri nuovi in esercizi specializzati

47.79.1. Commercio al dettaglio di libri di seconda mano

49.31.0 Trasporto terrestre di passeggeri in aree urbane e suburbane

49.39.0 Altre attività di trasporto terrestre di passeggeri nca

50.10.0 Trasporto marittimo e costiero di passeggeri

50.30.0 Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interni (inclusi lagunari)

55.10.0 Alberghi

55.20.1 Villaggi turistici

55.20.3 Rifugi di montagna

55.20.4 Colonie marine e montane

55.20.5 Affittacamere, case, appartamenti e b&b

55.30.0 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte

56.21.0 Catering per eventi e banqueting

58.11.0 Edizione di libri

58.14.0 Edizione di riviste e periodici

58.19.0 Altre attività editoriali

59.11.0 Attività di produzione cinematografica

79.11.0 Attività delle agenzie di viaggio

79.12.0 Attività dei tour operator

79.90.1 Servizi di biglietteria per eventi teatrali di intrattenimento

79.90.2 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici

82.30.0 Organizzazione di convegni e fiere

90.01.0 Altre rappresentazioni artistiche

91.01.0 Attività di biblioteche ed archivi

91.02.0 Attività di musei

91.03.0 Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili

93.21.0 Parchi di divertimento e parchi tematici

93.29.1 Discoteche sale da balle e night club

93.29.9 Altre attività di intrattenimento e divertimento

94.99.2 Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali e ricreativi

96.04.2 Stabilimenti termali

La condizione di riconoscimento per l’erogazione del contributo prevede che il personale dipendente continui a svolgere in modo continuativo l’attività lavorativa durante tutto il periodo per il quale è concesso il contributo.

Alleghiamo l’avviso di presentazione delle domande di Veneto Lavoro per la verifica di quanto ritenuto necessario ai fini della presentazione delle domande e ai fini della compilazione della domanda, nonché per rendere evidenza dei requisiti di ammissibilità e di ordinamento ai fini dell’istruttoria.